Profili


Area operativa dello studio professionale

 

Siamo uno studio di ingegneria e architettura e operiamo da oltre venticinque anni nel campo della progettazione edilizia, architettonica e strutturale. Eseguiamo progetti, direzione lavori, calcoli strutturali in calcestruzzo e acciaio, disegni d’officina per grosse carpenterie metalliche , sicurezza ai sensi del D.L. 81/2008. Eseguiamo consulenze strutturali su interventi di manutenzione straordinaria, di globale ristrutturazione e di nuova edificazione in ambito residenziale, industriale, di riconversioni di ristrutturazioni e di riutilizzo.

Professionisti

 

Ing. Alfonso Corredor
Arch. Luisa Olgiati
Ing. Fabio Motta
Ing. Domenico Sacco

Ing. Alfonso Corredor

 

FORMAZIONE, INIZIO E SVILUPPO

Laureato al Politecnico di Milano nel 1987, ha iniziato l’attività professionale dedicandosi alla progettazione strutturale e alle direzione lavori del nuovo Studio 11 per Mediaset a Cologno Monzese (Mi) , del Nuovo Padiglione delle Malattie Infettive dell’Ospedale Luigi Sacco (Mi), del Deposito Polifunzionale delle Ferrovie a Ferscalo Fiorenza(Mi) a ridosso della futura Area Expo 2015. Dopo una esperienza come direttore di cantiere per la ristrutturazione della Casa Circondariale di Bergamo nel 1992,progetta e dirige numerosi cantieri tra il 2000-2015. Tra questi citiamo i progetti di riconversione strutturale dell’Ex-Faema di Via Ventura (Mi),di riconversione della Ex-Giò Style di Via Cascia(Mi),di via Negrotto (Mi),dell’Ex-Thyssen di via Amadeo (Mi) , della ristrutturazione dell’Edificio storico di Via Settembrini 7 (Mi), della costruzione della Nuova Palestra Virgin a Città Studi (MI) ,di Abitare in Poste di via Tirone (Mi),della Passerella sulla A8 tra i Comuni di Arese e Rho per il Consorzio Villoresi/Expo 2015,della riconversione della Ex-Orly a San Fedele di Intelvi (Co) ,del Nuovo Pronto Soccorso del Policlinico P. Giaccone (Pa). Moltissimi lavori si sono susseguiti negli anni a cavallo di questo lungo arco temporale , tra cui alcuni più significativi sono stati la progettazione strutturale di tutti i fabbricati per la Nuova Sezione Didattica e Ricerca dell‘Università di Fisica (Catania), il project management del Palazzo di via Oglio(Mi) e del Palazzo di Vetro di p.zza Loreto(Mi) per conto della Compagnia di Assicurazioni RAS/Allianz tra il 1996 e il 2002.

 

LINEE PROGETTUALI

La progettazione strutturale non deve porre limiti alla progettazione architettonica ma ove possibile deve sempre liberarne il potenziale intrinseco. I progetti strutturali hanno sempre cura del particolare ed una impostazione che deve avere una sua intrinseca bellezza ed eleganza, allo stesso modo del progetto architettonico.

 

MATERIALI

Una forte predilezione per l’acciaio,materiale duttile di forte valenza estetica e costruttiva, ha caratterizzato gran parte dei lavori eseguiti, oltre all’utilizzo consueto delle strutture in cemento armato.

 

LAVORO IN TEAM

Il lavoro in team, con tutti gli attori del processo costruttivo,dalla prima ipotesi costruttiva in cui il più ampio spazio è dato all’idea architettonica, fino alla cantierizzazione finale, contraddistinguono l’esecuzione di tutti i progetti.

Arch. Luisa Olgiati

 

FORMAZIONE, INIZIO E SVILUPPO

Dagli anni novanta progetta per l’esecuzione di residenze, uffici, negozi, alberghi. Le prime esperienze la vedono all’opera con importanti progetti sviluppati e diretti prima a Los Angeles presso lo studio Waterland nel 1990 e poi a Berlino nel 1992 per conto dello studio Mahmoudieth.Subito dopo apre lo studio professionale a Milano, occupandosi di edilizia residenziale.

 

LINEE PROGETTUALI
Una particolare attenzione alla qualità dell’abitare determinata dalla attenta scelta dei materiali e dalle caratteristiche energetiche dell’edificio. I progetti si formano attorno alle esigenze della committenza ponendo particolare attenzione allo studio funzionale, al rapporto con l’esterno, alla luce, alle trasparenze, al risparmio energetico. Nel caso delle ristrutturazioni alle caratteristiche degli edifici esistenti e alla loro valorizzazione.

 

MATERIALI
La percezione degli spazi deve essere estesa ai 5 sensi. I materiali variano a seconda del progetto con predilezione per i materiali naturali e biocompatibili, nell’attenta ricerca di un’edilizia ecosostenibile a basso consumo energetico.

 

LE NUOVE COSTRUZIONI
Ha progettato sia residenze familiari come complessi interventi residenziali. L’attività dello studio si basa sullo studio integrato dell’architettura e degli interni, in relazione con gli spazi aperti.

 

GLI INTERNI
Per quanto riguarda studi e uffici creiamo “elementi fulcro” ove avviene il contatto con l’esterno e attorno ai quali si dispongono gli ambienti di lavoro con una distribuzione più lineare possibile.